uniplaces

L’estate si avvia verso il termine e l’anno scolastico sta per iniziare. Quella che per molti è una brutta notizia è invece fonte di forti emozioni per chi sta per intraprendere una nuova avventura all’estero, come l’Erasmus.

Ogni anno migliaia di giovani studenti passano diversi mesi in un altro paese per frequentare una nuova università e, soprattutto, conoscere nuove persone e vivere un’esperienza indimenticabile.

Iniziare un periodo di vita in un nuovo paese non è però solo stimolante ma è anche l’occasione per affrontare nuove sfide. La prima di queste è sicuramente il trovare casa, ecco alcuni consigli per superarla al meglio.

Cercare la zona perfetta

Guardando la mappa di una nuova città può essere scoraggiante, quell’intrico di strade dice poco su quali siano le zone migliori. Iniziate a pensare cos’è meglio per voi: abitare vicino al centro o trovare un affitto studenti vicino all’università? Essere in una zona ricca di vita notturna o in un quartiere tranquillo, magari vicino ad un parco? Abbinate una buona mappa alle informazioni che potete trovare sui blog online e trovare la vostra zona sarà più facile del previsto.

Condividere è meglio

Spesso la scelta è forzata per ragioni economiche ma andare a vivere in una casa condivisa è meglio per numerosi ragioni. La prima è la possibilità di conoscere nuove persone, certamente tutte in una situazione simile alla vostra, con cui condividere situazioni indimenticabili ma anche i piccoli problemi quotidiani. I vostri coinquilini vi apriranno le porte a nuove attività e conoscenze, permettendovi di espandere da subito il vostro network di conoscenze.

Con amici o senza?

La tentazione di andare con qualche amico, magari trovare la stessa casa o condividere un intero appartamento se siete abbastanza numerosi, è senza dubbio forte, ma ne vale la pena. Certo siete un gruppo di amici affiatati e vi darete man forte e vi divertirete un sacco, ma essere parte di un nucleo così consolidato vi precluderà molte delle opportunità offerte, che sono la principale ragione per imbarcarsi in un’avventura del genere. Affidatevi al caso e magari lasciate che i vostri amici vadano a vivere in case diverse in modo da poter fare amicizia anche con i loro coinquilini!

Studentato sì o no?

Optare per uno studentato è spesso la soluzione più semplice, ma spesso si finisce per essere isolati, perché molti studentati sono un po’ come degli alberghi.

Andare a vivere in una casa per studenti invece è il modo migliore per vivere al massimo l’esperienza Erasmus, ed è spesso anche più economico!

written by Riccardo Fumagalli

https://www.uniplaces.com/it/

Advertisements